Risorse strutturali

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

SCUOLA PRIMARIA "VANVITELLI" SEDE DELLA DIREZIONE DIDATTICA via Luca Giordano 128Napoli

L’Edificio scolastico "Vanvitelli",  si sviluppa su 3 piani ed è dotato di :

gli Uffici Amministrativi di Direzione e di Segreteria;
la Sala Docenti;
31 aule scolastiche, munite di LIM;
un’Aula Multimediale;
2 Refettori;
una Palestra Coperta, intitolata ai fratellini Hasson;
un ampio Cortile esterno;
un Campetto di Calcio all’aperto;
un Atelier dei Bambini per le Attività artistiche
un Giardino

Scuola dell’Infanzia e Primaria “STANZIONE” via Massimo Stanzione,4 Napoli

L’Edificio ospita:
2 aule di Sc. Primaria al piano terra
8 aule di Sc. dell'Infanzia al I piano
8 aule di Sc. Primaria al II piano
 

Scuola Primaria “CACCAVELLO” via Annibale Caccavello,1 Napoli

L’Edificio si sviluppa su 2 livelli sotto interrati dotati di :
10 aule per attività didattiche
1 Laboratorio
1 Salone

Scuola in Ospedale allocata presso l’ A.O.R.N.” Santobono-Pausillipon Annunziata” via Mario Fiore 9 Napoli

presso tutti i reparti pediatrici del presidio Ospedaliero Santobono

 

Gli Edifici Scolastici del 36° Circolo Didattico sono "intenzionalmente" strutturati ed organizzati come “Ambienti di Apprendimento” ovvero come spazi fisici e/o virtuali, ma anche mentali e culturali, emotivi ed affettivi dove i docenti pianificano e realizzano attività volte a promuovere processi educativi e didattici di crescita e di apprendimento.
Ambienti, quindi, disposti come "spazi d'azione", dove i docenti promuovono e sostengono conoscenze, abilità, motivazioni, atteggiamenti, e dove gli alunni sperimentano esperienze significative, imparano attivamente attraverso il fare, vivono  interazioni e scambi interpersonali.
Consapevoli della valenza educativa degli spazi quali ambienti di apprendimento, nel corso dei precedenti 12 anni si è costantemente ricercata la valorizzazione e la qualificazione degli stessi, utilizzando in modo sinergico tutti i tipi possibili di finanziamento, da quelli comunali a quelli statali, da quelli europei a quelli del contributo volontario delle famiglie, per realizzare luoghi prima inesistenti o per riqualificare quelli presenti quali: lo Spazio Teatro, il Laboratorio Multimediale, i Refettori, il Giardino dell’ Atelier, l’Atelier stesso, l’ Aula di Andrea, lo Spazio Lettura, il Campetto all’ aperto, la Palestra, la ristrutturando Reception, il Giardino pensile a verde dell’ Edificio Vanvitelli … che oggi rappresentano luoghi privilegiati -alternativi agli spazi aula- che i bambini e le bambine di tutto il circolo Vanvitelli utilizzano giornaliermente sia all’interno dell’ orario curricolare, che per attività di ampliamento dell’ Offerta Formativa anche durante i mesi estivi e oltre il calendario scolastico.
Scuola dell'infanzia
Nella Scuola dell'Infanzia, sita presso l’Edificio Scolastico “Stanzione”, l'ambiente è vissuto come "contesto di relazione, di cura e di apprendimento, nel quale possono essere filtrate, analizzate ed elaborate le sollecitazioni che i bambini sperimentano nella loro esperienza" (cfr. Indicazioni Nazionali per il Curricolo per la Scuola dell’Infanzia e per la Scuola Primaria).
Gli spazi si caratterizzano, così, come accoglienti, “caldi” e curati, con tempi distesi  e stili educativi improntati all'osservazione, all'ascolto e alla progettualità; spazi che vedono i piccoli alunni impegnati attivamente in processi di apprendimento, dove sperimentano e conoscono la  realtà, collaborano e socializzano nella pratica quotidiana delle relazioni.
Scuola Primaria
Nella Scuola Primaria, l'ambiente diventa il “contesto idoneo a promuovere apprendimenti significativi e a garantire il successo, formativo per tutti gli alunni" cfr. Indicazioni Nazionali per il Curricolo per la Scuola dell’Infanzia e per la Scuola Primaria).
In tale contesto prevale la dimensione comunitaria dell'apprendimento e l'importanza di caratterizzare la vita di classe con relazioni significative: "aiuto reciproco", "apprendimento nel gruppo cooperativo", "apprendimento tra pari", modalità di lavoro che comportano interazione e collaborazione.
Le Indicazioni Nazionali pongono l'accento sui processi di osservazione, di ricerca e scoperta e sottolineano l’importanza dell'esperienza diretta sulle cose per promuovere atteggiamenti di curiosità e di flessibilità e per costruire forme di pensiero sempre più evolute.
L’organizzazione degli spazi rappresenta, quindi, uno sfondo che fa da cornice agli apprendimenti: le aule, il laboratorio, la palestra, il teatro, i corridoi con spazi lettura ….. ed ancora gli arredi ed i materiali didattici.
Il clima e le relazioni si connotano e richiamano valori di cooperazione e di socializzazione dove chi agisce condivide comportamenti, regole, compiti, tempi di operatività.

Nel tempo, grazie  ai Fondi Europei di Sviluppo Regionale, Obiettivo Convergenza, destinati alle 4 regioni del Sud, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, al fine di sostenere l’innovazione e la qualità del sistema scolastico e per colmare il divario con le altre aree territoriali del Paese e dell’Unione Europea, la scuola ha potuto riconfigurare e potenziare gli ambienti d'apprendimento, rendendoli più ricchi e generativi di nuove conoscenze grazie all’acquisto delle attrezzature multimediali.

La scuola ha così partecipato alla Programmazione Europea 2007/2013 per il settore dell’Istruzione,
• ASSE I “Società dell’Informazione e della Conoscenza” al fine di incrementare le dotazioni tecnologiche e le reti delle istituzioni scolastiche e, con i Finanziamenti ottenuti ha attrezzato un laboratorio multimediale per l’autoformazione e la formazione dei docenti; ha acquistato notebook e computer portatili da utilizzare nelle classi con gli alunni;  ha migliorato gli arredi delle aule rifornendole di KIT multimediali, costituiti da: una Lavagna Interattiva Multimediale, un videoproiettore ed un notebook; ha predisposto sui piani dell’Edificio Scolastico Vanvitelli il collegamento ad Internet wireless.

L’introduzione delle nuove tecnologie nella quotidiana pratica didattica svolge un ruolo chiave nella innovazione strategica dei processi  d’insegnamento e,  se utilizzate in modo appropriato all'interno dei processi di apprendimento, costituiscono i più preziosi alleati degli insegnanti.
Gli alunni, infatti, sono molto attratti dalle molteplici opportunità che questi strumenti offrono e che sono presenti, ovunque, nei giochi e nelle case di tutti; con essi i bambini si trovano a loro agio ed hanno l’opportunità di imparare attraverso il gioco. 
Senza demonizzare gli strumenti didattici tradizionali, quali il libro o il quaderno, che restano indispensabili e insostituibili strumenti didattici, le attrezzature multimediali, più accattivanti ed interattiva, fanno nascere negli alunni nuovi bisogni e motivazioni che favoriscono il processo di apprendimento e le relazioni con i coetanei.
Al contempo, si modifica profondamente anche il ruolo dell'insegnante che non è più l’unica fonte del sapere ma diventa regista e "facilitatore" dell’apprendimento stesso, valorizzando e sviluppando le potenzialità e le capacità di ciascuno.

• ASSE II “Qualità degli ambienti scolastici” Obiettivo C “Incrementare la qualità delle infrastrutture scolastiche, l’ecosostenibilità e la sicurezza degli edifici scolastici; potenziare le strutture per garantire la partecipazione delle persone diversamente abili e quelle finalizzate alla qualità della vita degli studenti”.
Con Circolare n. 7667 del 15/6/2010,  il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (“MIUR”) ed il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare-Direzione per lo Sviluppo Sostenibile il Clima e l’energia (“MATTM”), con avviso congiunto, invitavano le istituzioni scolastiche di primo e secondo ciclo, insistenti su edifici pubblici siti nelle regioni Obiettivo Convergenza, a presentare, congiuntamente agli enti locali (Comuni e Province) proprietari dei predetti edifici (gli “Enti Locali Proprietari”), la propria candidatura per la realizzazione di piani di interventi volti a migliorare la qualità strutturali degli edifici Scolastici.

Con Circolare Prot. AOODGAI/13208 del 28 settembre 2012 la scuola è stata autorizzata alla realizzazione dei seguenti interventi:

• Azione C-1 c. 732 “Interventi di Risparmio Energetico”: Miglioramento dell’isolamento presso gli ambienti del Piano rialzato dell’Edificio- Aula di Andrea e refettori -; sostituzione rubinetti wc piano terra; rifacimento copertura palestra, sostituzione della porta del corridoio al piano terra, per tot. € 68.501,22;
• Azione C-2 c. 491 “Interventi per il la messa in sicurezza degli impianti”: Realizzazione di un impianto di rilevazione dei fumi all’interno dell’archivio; realizzazione di n°2 porte REI, per tot. € 8.210,94;
• Azione C-3 c. 612 “Aumento dell’attrattività dell’edificio”: Rifacimento dell’ intonaco esterno della facciata del fabbricato; ripristino degli infissi; sistemazione della pavimentazione del cortile; progetto mensa, per tot. € 269.943,63;
• Azione C-4 c. 587  “Interventi per aumentare l’accessibilità agli allievi diversamente abili”: Acquisto di arredi fissi, per tot. € 2.831,36.


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti

Contatore Visite